Città cosmopolita a misura d’uomo

Era il settembre del 2017 quando arrivai a Madrid, la città che mi avrebbe ospitata per ben un anno! Posso definirmi una local, quindi come tale vi racconterò in lungo e in largo quello che di più autentico potete fare o mangiare! Ce n’è per tutti i gusti! Madrid è una città frizzante e allo stesso tempo accogliente. Nonostante sia una metropoli, la vita inizia con calma intorno alle 10 del mattino per terminare a notte fonda! Che sia durante la settimana o nel weekend i madrileni dalle 21 affollano i migliori bar del centro fino a tardi.

Cosa fare in 2 giorni a Madrid

Sicuramente posso dirvi che 2 giorni sono giusto sufficienti ad assaporare lo stile di vita della città! Prima di tutto, vi consiglio di alloggiare in centro, vicino a Sol, Salamanca o Retiro per potervi spostare facilmente in metro.

Sol, Plaza Mayor, Palazzo Reale, Cattedrale dell’Almudena e Tempio di Debold

Sol è il centro nevralgico di Madrid, lì attorno si sviluppa tutta la vita sociale, infatti da ogni lato vi girerete troverete delle strade che portano in altri quartieri. Lasciandovi alle spalle l’Orso, simbolo di Madrid, vi consiglio di dirigervi in direzione Plaza Mayor.

Come ben saprete la Spagna è una monarchia costituzionale e quindi a Madrid vi consiglio di non perdervi il palazzo reale, sia internamente che i suoi giardini. Come è normale che sia primati raggiungere il palazzo dovete passare attraverso Plaza Mayor. Questa piazza ha la tipica conformazione di ogni piazza reale, è chiusa su metà dei lati. Il che ha anche una motivazione storica data dal fatto che la zona reale dovesse essere distaccata dalla città vera e propria.

Il Palazzo reale oltre a essere meraviglioso internamente, ha anche un giardino enorme. Quindi vi consiglio di dedicare a questa zona una buona mezza giornata. Di fronte all’ingresso principale del palazzo reale c’è la Cattedrale dell’Almudena. Si tratta di una chiesa in stile barocco ed è nota principalmente per la sua meravigliosa cripta.

Costeggiando il lato del palazzo reale arriverete davanti a una struttura stranissima per essere proprio nel centro di Madrid. Il Tempio di Debold. Un vero e proprio tempio egizio alle spalle del quale c’è un meraviglioso Mirador o bellavista su tutta la città. Vi consiglio assolutamente di arrivare al tramonto, perché potrete godere di un gioco di luci e colori che si riflettono sul corso d’acqua che attornia il tempio. Sicuramente, il tempio di Debold è uno dei miei luoghi preferiti di Madrid. Lascia una sensazione unica di stupore e magnificenza perché sembra proprio di essere in Egitto.

Retiro, Museo Nacional del Prado, Museo Reina Sofia e Circulo de las Bellas Artes

Vi consiglio di iniziare la giornata dal museo nazionale del Prado, dove potrete ammirare una delle collezioni di pitture e sculture più importanti al mondo. Tutta l’arte spagnola è racchiusa in questo museo. Quindi assolutamente vi consiglio di non perdervelo. Altro museo importantissimo è quello della Reina Sofia. Qui potrete vedere la maggior parte delle collezioni di arte moderna e contemporanea spagnola. Quindi se siete amanti di tutta l’arte da fine 800 ai giorni nostri non perdetevi questo museo.

Poco distante c’è la zona del parco del Retiro, tra le più affollate soprattutto nei fine settimana d’estate. Infatti, tutti i madrileni si riversano nel più grande polmone verde della città per godere di un po’ di fresco. Qui semplicemente di consiglio di fare una passeggiata e perdervi a vedere gli spettacoli dei vari artisti di strada che animano con teatrini, balli e musica le vie del parco.

Per terminare la giornata vi consiglio di salire per un aperitivo al tramonto al Circolo de Las Bellas Artes per godere di uno spettacolo unico sulla Gran Via, la strada dello shopping madrileno. Ricordo questo luogo con estrema emozione, perché è stato da lì che Madrid è diventata la mia città del cuore. Ho visto un tramonto talmente forte e intenso, che si è acceso un legame fortissimo con questa città.

Cosa mangiare:

Sicuramente, non perdetevi il brunch madrileno della domenica in uno dei tanti locali tra le vie parallele della Gran Via.

Un pranzo fatelo sicuramente al mercato San Miguel uno dei più grandi e rinomati di Madrid. Il mercato non è come lo intendiamo noi italiani dove poter comprare frutta e verdura km 0, è un luogo con diversi chioschi in cui è possibile mangiare più cose tipiche spagnole.

Per una cena tipica madrilena vi consiglio sicuramente Rosi La Loca. Essendo uno dei migliori posti di Madrid vi consiglio di prenotare molto, molto per tempo per poter trovare posto.

Per qualche giorno in più a Madrid:

Con la carta dei mezzi potrete raggiungere in poco tempo Toledo, altra cittadina davvero molto carina. Meritano la visita soprattutto la cattedrale, la sinagoga e il Monasterio de San Juan de los Reyes. Anche in questo caso vi consiglio di passeggiare nel borgo per passare una giornata in mezzo a storie e culture che ancora convivono nel tempo.

Se siete invece amanti della natura e dei trekking potete spostarvi a nord di Madrid, sempre con la carta dei mezzi e andare a Cercedilla dalla quale partono diversi sentieri. Qui vi consiglio di portare tantissima acqua perché sul tragitto non ci sono fontane. Il percorso dura circa 5/6 ore.

Personalmente, Madrid è una di quelle città con tutto, dove ognuno può trovare la propria dimensione. Quello che vi consiglio di fare è di organizzare un viaggio itinerante di più giorni che tocchi diversi luoghi attorno a Madrid. Quelli di cui vi ho raccontato io oggi non sono altro che l’1% della bellezza che potrete vedere andando a Madrid e dintorni.

Buon viaggio Trafficanti!